Transaminasi.net » Blog Archives

Tag Archives: enzimi

Difetti nella glicosilazione: coinvolgimento di diversi enzimi

Pubblicità

Difetti nella glicosilazione: coinvolgimento di diversi enzimi

In presenza di difetti nella glicosilazione, possono evidenziarsi delle malattie genetiche caratteristiche che determinano il quadro clinico di disturbi congeniti della glicosilazione, un processo cellulare che identifica consiste nell’aggiunta di zuccheri a delle specifiche proteine che si articola in diverse reazioni con interessamento di vari enzimi che prendono parte ai vari passaggi. Per determinare lo sviluppo di queste malattie genetiche basta che il soggetto evidenzi una carenza a carico di un unico enzima che attiva il mancato funzionamento delle proteine che richiedono l’impiego di un’adeguata componente zuccherina. Il quadro sintomatologico di questo gruppo di malattie genetiche prevede la manifestazione di diversi disturbi proprio perché il processo di glicosilazione coinvolge numerose proteine che prendono parte alle varie funzioni all’interno di una cellula. Nella maggioranza dei casi clinici si rilevano delle alterazioni a carico della fosfomannomutasi 2 (PMM2), il deficit che interessa questo enzima determina il quadro patologico della PMM2-CDG: si tratta della forma più frequente della sindrome CDG caratterizzata da disturbi dell’alimentazione, diarrea, ritardo della crescita, ritardo psicomotorio, neuropatia periferica, encefalopatia con ipotonia assiale, movimenti oculari anomali, ipoplasia cerebellare, episodi simil-ictus e retinite pigmentosa. Invece il disturbo della glicosilazione di tipo 2E (CDG IIe) determina alterazioni della morfologia dello scheletro, riduzione di tono degli organi, insufficienza cardiaca, aumento di volume del fegato e della milza, riduzione del volume del cranio, convulsioni, atrofia del cervello, ritardo psicomotorio, anomalie scheletriche e lipocutanee, atrofia olivo-ponto-cerebellare, fibrosi epatica. Altre notizie su http://www.orpha.net/consor/cgi-bin/OC_Exp.php?Lng=IT&Expert=79318.   Continue reading

Published by:

Danno epato-biliare enzimi

Danno epato-biliare enzimi

Oltre alle transaminasi forniscono un indice di danno epato-biliare altri enzimi tra cui: lattico deidrogenasi (LDH), fosfatasi alcalina (FA o ALP), ornitil-carbamil-transferasi (OCT), gamma-glutamil-transpeptidasi (Gamma-Gt), aldolasi. Gli esami di laboratorio hanno un ruolo importante nella diagnosi delle malattie del fegato e per la valutazione del loro grado di estensione, in particolare per riconoscere un eventuale danno epatico vengono condotte più prove per esaminare diversi aspetti funzionali epatici, in tal modo è possibile non solo stabilire la corretta diagnosi ma anche formulare l’approccio terapeutico più adeguato, successivamente attraverso ulteriori indagini è possibile verificare il decorso della patologia e verificare la funzionalità epatica. Per verificare la funzionalità epatica si eseguono diverse tipologie di esami con cui verificare il danno epatocellulare, si possono inoltre eseguire prove della funzione di sintesi del fegato ma anche delle analisi per verificare il riconoscimento della colestasi intra- ed extraepatica e dei processi infiltrativi del fegato. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Colinesterasi quali informazioni fornisce. Continue reading

Pubblicità

Published by: