Transamminazione e transaminasi

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Transamminazione e transaminasi

Il processo definito con il termine di transamminazione indica la trasformazione di un aminoacido in un altro, in questo processo prendono parte le transaminasi: questi enzimi infatti intervengono nella trasformazione degli aminoacidi in energia da adoperare in caso di necessità. Le transaminasi sono presenti in ogni distretto del corpo umano, grazie a questo specifico carattere vengono definite enzimi ubiquitari, anche se una maggiore concentrazione di questi enzimi si rintraccia soprattutto nel fegato e nel muscolo scheletrico striato. Il compito principale delle transaminasi è quello di attivare diverse reazioni di trasferimento di un gruppo amminico (-NH2) da un amminoacido donatore (di solito il glutammato) su un α-chetoacido accettore; questi enzimi sono poi composti da un particolare coenzima vitaminico il cosiddetto piridossal fosfato il quale nel corso dell’attivazione della reazione riceve il gruppo amminico dal glutammato e si trasforma in piridossamina fosfato. In caso di danni che interessano le cellule epatiche o quelle dei muscoli, le transaminasi fuoriescono e si verifica un riversando degli enzimi nel sangue, si registra così un aumento dei livelli delle transaminasi. Maggiori informazioni su Esami del sangue alt per individuare danni epatici.

Pubblicità

La classificazione degli enzimi

transamminazione

transamminazione

In base alla loro localizzazione e tenendo conto della loro funzione, le transaminasi vengono suddivide in diversi gruppi quali: la glutammico-ossalacetica o transaminasi Got oppure Ast (aspartato-aminotransferasi), questo tipo di enzimi è presente principalmente nei muscoli e nel miocardio; invece il gruppo glutammico-piruvica, ossia le transaminas Gpt oppure Alt, (alanina-aminotransferasi), si concentrano nelle cellule epatiche. Per valutare le condizioni di salute del fegato oltre a monitorare le transaminasi è bene controllare anche i valori di altri enzimi che rivelano l’eventuale condizione di necrosi epatocellulare, si tratta degli indici della lattico deidrogenasi (LDH), della gamma-glutamil-transpeptidasi, della fosfatasi alcalina, dell’ornitil-carbamil-transferasi e dell’aldolasi. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Funzionalità epatica esami da eseguire.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *