Transaminasi basse beriberi

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Transaminasi basse beriberi

I soggetti che evidenziano valori di transaminasi basse possono essere colpiti da una malattia come il beriberi causata da una carenza di vitamina B1 (tiamina), in genere si tratta di un deficit dovuto principalmente ad un regime alimentare povero di vitamina B1 presente in generale in alcune categorie di cibi quali: carne, prodotti caseari, cereali integrali. A parte la carenza di alimenti ricchi di vitamina B1 possono intervenire altri fattori tra cui: una predisposizione genetica che rende patologica l’assimilazione della vitamina; la condizione di ipertiroidismo; l’abuso di alcol che può ostruire l’assorbimento della vitamina; la diarrea prolungata; alcune malattie che possono compromettere la capacità dell’organismo di usare in maniera corretta la vitamina; la dialisi renale; i bambini allattati al seno o con latte artificiale a basso contenuto di vitamina B1. Si distinguono due tipi di beriberi: quello umido che tende a coinvolgere le funzioni del cuore potendo determinare nei casi più severi un’insufficienza cardiaca; invece il tipo secco colpisce i nervi determinando una perdita di tono muscolare che può sfociare nella paralisi muscolare. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Enzimi digestivi e fase digestiva.

Pubblicità

Sintomi e diagnosi

transaminasi basse beriberi

transaminasi basse beriberi

Alle due forme corrisponde poi un quadro di sintomi specifico per cui nel caso del beriberi umido il soggetto risente di manifestazioni sintomatologiche quali: respiro affannoso al risveglio ma anche dopo uno sforzo o durante l’attività fisica; frequenza cardiaca elevata; gonfiore localizzato sugli arti inferiori. Il tipo secco causa nel paziente sintomi quali: riduzione della funzione muscolare coinvolgendo principalmente gli arti inferiori; dolore; formicolio o perdita di sensibilità nei piedi e nelle mani; confusione mentale; difficoltà nell’articolazione del linguaggio; movimenti oculari involontari; condizione di paralisi. Per diagnosticare questa malattia bisogna partire dal semplice esame del sangue da cui è possibile registrare il deficit di vitamina B1 per cui si desume il livello di concentrazione di tiamina, può essere utile anche l’esame delle urine dal momento che le difficoltà ad assorbire tiamina si accompagnano in un’aumentata concentrazione di tiamina nelle urine. A questi primi esami si possono associare delle indagini di tipo neurologico ed un esame obiettivo per riscontare eventuali problemi cardiaci. Maggiori notizie su Malattie muscolari come si manifestano.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *