Transaminasi altissime, scopriamo le cause

Comment

Transaminasi alte
Pubblicità

Transaminasi altissime, scopriamone tutti i motivi

Non tutti sanno che le motivazioni delle Transaminasi altissime (sarebbe a dire anche 10 volte o più superiori ai comuni valori di base) lasciano intendere molto facilmente un grave danno epatico acuto e compatto. Molto comune, in tal senso, è il caso delle epatiti virali più acute. Stiamo parlando, in tal senso, di un grave danno epatico ischemico (detto in parole povere, un debole e mediocre afflusso ematico) o iatrogeno (un problema che, nella maggior parte dei casi, può derivare dall’ingestione di alcuni farmaci o, in alternativa, a dosi massicce di tossine. Tossine che, solitamente, possiamo ritrovare in un fungo denominato Amanita Phalloides. Ovviamente, appare anche superfluo affermare quanto possa essere grave avere le Transaminasi altissime. Stiamo parlando, infatti, di un problema che richiede l’immediata presenza di un medico.

Pubblicità

Scopriamone le cause chimiche

transaminasi altissime

Transaminasi altissime, ecco tutte le cause.

Quando si parla di condizioni normali, le transaminasi hanno valori che si aggirano intorno alle 40 U/1. Anche quando il rapporto AST/ALT è superiore a 1, nella maggior parte dei casi in cui vi sono Transaminasi altissime, c’è da registrare un pesante incremento delle ALT. Per non parlare, poi, di una forte inversione del rapporto AST/ALT. Non è raro nemmeno registrare un aumento del lattato deidrogenasi e della bilirubina. Quando si parla di Transaminasi altissime bisogna fare grande attenzione al rapporto AST. L’AST è una transaminasi mitocondriale e citoplasmatica che, analogamente all’ALT, è all’interno negli epatociti ma anche all’interno dei tessuti non epatici, dove si trova però in rapporti maggiori confrontati all’ALT. Il confronto AST/ALT allarga anche alle problematiche epatiche alcoliche (ingrandiscono fortemente anche gli strati di GGT), nella cirrosi biliare e nei traumi riportati allo scheletro e, soprattutto, ai muscoli.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *