Transaminasi alti, scopriamone le cause

Comment

Transaminasi alte
Pubblicità

Transaminasi alti, ecco i motivi del perché

Avere transaminasi alti è un problema di salute non raro. In realtà, in molti casi, abbiamo testato, per caso, che le analisi vengano eseguite per altri motivi, come, ad esempio uno studio pre-operatorio prima dello screening di donazione del sangue o dei controlli di routine. L’elevazione delle transaminasi in un’analisi riferisce comunemente che “l’alanina transaminasi” (ALT) può essere un possibile indicatore di danni al fegato. Possono essere utilizzati anche altri termini come transaminasemia o transaminite. Quando il fegato è danneggiato, la membrana cellulare di epatociti diventa permeabile e alcuni degli enzimi subiscono perdite nel flusso sanguigno comunemente misurato come alanina transaminasi. Questi livelli sono stati precedentemente chiamati “siero glutammato piruvato transaminasi (SGPT) e siero glutammico ossalacetico transaminasi (SGOT).

Pubblicità

I problemi al fegato sono la prima cosa

transaminasi alti

Transaminasi alti, ecco tutte le cause.

In generale, i danni al fegato sono responsabili di questi aumenti medi delle transaminasi e, di solito, sono chiamati enzimi epatici. Anche se, naturalmente, non sono gli unici enzimi nel fegato e la diagnosi richiede la sintesi di molti tipi di informazioni, tra cui la storia del paziente, l’esame obiettivo, ed eventualmente, le immagini o altri esami di laboratorio. Ma molto elevati aumenti delle transaminasi indicano gravi danni al fegato, come ad esempio l’epatite virale. Danni al fegato a causa della mancanza di flusso di sangue o lesioni da farmaci e tossine. La maggior parte dei processi patologici provoca un aumento superiore AST ALT. Mentre i livelli di ALT doppi o triplo AST sono coerenti con una qualsiasi forma di malattia o epatica alcolica. Pertanto, in virtù di questo, è importante ridurre al minimo il consumo di alcolici e di bevande gassate. Ovvero, la prima causa di transaminasi alti. Un problema per niente raro.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *