Test delle immunoglobuline danno epatico: aumenti dei valori

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Test delle immunoglobuline danno epatico

I test delle immunoglobuline risultano particolarmente utili per individuare i fattori eziologici che determinano un eventuale danno epatico in quanto questi anticorpi subiscono delle variazioni in relazioni di particolari condizioni patologiche in particolare un aumento di IgA, IgG, IgM può essere osservato in caso di epatopatie croniche. Nello specifico gli anticorpi in sono direttamente coinvolti nella risposta immunitaria, ed infatti queste proteine globulari vengono prodotte dai linfociti B  e restano all’interno della loro membrana cellulare dove si attivano come dei recettori al contatto con l’antigene favorendo così la reazione da parte del linfocita. Quando si innesta l’attivazione di questo gruppo di globuli bianchi una parte di essi si riproduce differenziandosi in plasmacellule il cui compito è quello di sintetizzare un gran numero di anticorpi che successivamente vengono liberati dalle plasmacellule, in questo modo possono legarsi all’antigene interno oppure esterno che aggredisce l’organismo. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Ammoniemia e metabolismo dell’ammoniaca.

Pubblicità

Gli incrementi selettivi delle Ig

test delle immunoglobuline danno epatico

test delle immunoglobuline danno epatico

La concentrazione delle immunoglobuline a livello sierico aumenta soprattutto nel caso di sviluppo di epatiti acute in tal caso i valori risultano lievemente aumentati, invece nel caso di quadri clinici associati alle epatiti croniche si registra non solo un aumento più significante ma allo stesso tempo si assiste ad un incremento selettivo dei diversi gruppi degli anticorpi per questa ragione sono diverse le modalità con cui aumentano le varie Ig. Nello specifico per una diagnosi clinica più appurata si devono effettuare gli esami del sangue: infatti l’analisi ematica rileva un aumento del gruppo IgA nei pazienti che sono colpiti da patologia epatica causata dall’abuso di alcol; invece le IgM risultano molto elevate nel caso della cirrosi biliare primitiva;  mentre i valori delle IgG subiscono delle variazione nel caso di epatiti croniche attive. Altre notizie utili si trovano su Funzionalità epatica esami da eseguire.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *