Steatosi epatica non alcolica: definizione e causa

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Che cosa è la steatosi epatica non alcolica?

La steatosi epatica non alcolica è la malattia del fegato più comune nei bambini e negli adulti a mondo. È caratterizzata da un accumulo di acidi grassi e trigliceridi nel cellule del fegato a causa di un aumento dei livelli circolanti di acidi grassi nel sangue, con simili risultati istologici alla steatosi alcolica, con la sola differenza che gli individui che non consumano alcol in quantità significative. L’insorgenza della steatosi epatica non alcolica è correlata con la presenza dell’insulina-resistenza, quest’ultima è definita come una maggiore necessità di insulina per ottenere lo stesso risultato. Oltre all’insulina-resistenza alla presenza della steatosi epatica non alcolica sono associati i seguenti fattori:obesità, diabete e sindrome metabolica ipertrigliceridemia. Si veda anche il seguente articolo Steatosi epatica la dieta da seguire per risolvere il problema

Pubblicità

Manifestazione clinica e diagnosi

Steatosi epatica non alcolica simile a quella alcolica

Steatosi epatica non alcolica simile a quella alcolica

La presentazione usuale è la constatazione di anomalie evidenziate durante lo screening delle funzionalità epatiche. I più comuni sono modesto/ moderato aumento dell’alanina aminotransferasi (ALT) e dell’ aspartato aminotransferasi (AST) da 2 a 5 volte sopra il normale.  Il rapporto AST / ALT è tipicamente> 1, a differenza della steatosi epatica alcolica, o qualsiasi altra affezione epatica di natura alcolica. Valori di albumina e bilirubina di solito si mantengono nella norma, mentre i lipidi, insieme al glucosio si presentano valori alterati.

Per potere essere certi che si tratti di steatosi epatica non alcolica bisogna prima dover escludere  altre affezioni, come la malattia epatica alcolica,epatite C , morbo di Wilson , malattie del fegato autoimmune. I metodi di diagnosi per imaging per la rilevazione steatosi comprendono ecografia , TAC e la risonanza magnetica , anche se non servono a distinguere la steatosi epatica non alcolica da quella alcolica, ma quello più efficace è senza dubbio la biopsia epatica . Tuttavia , a causa del costo elevato ee possibili complicazioni della procedura , è un metodo di diagnosi poco pratico per un utilizzo diffuso.La decisione di biopsia sarà quindi a seconda del rischio che nel paziente la steatosi epatica non alcolica possa svilupparsi in fibrosi e cirrosi epatica.

Nel ricordare che le informazioni riportate in questo articolo hanno valenza esclusivamente informativa, si consiglia anche la lettura di questo articolo Come depurare il fegato grasso e come curarlo

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *