Quadro epatico: i parametri che lo compongono

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Quadro epatico: i parametri che lo compongono

L’insieme degli esami i cui dati vengono utilizzati per diagnosticare patologie ma anche per valutare e monitorare problemi o lesioni del fegato prende il nome di quadro epatico e consiste essenzialmente nel misurare a livello ematico enzimi, proteine e sostanze prodotte dal fegato. analizzando i diversi parametri epatici è possibile valutare le condizioni di salute dell’organo, identificando eventuali alterazioni della funzionalità oppure la presenza di patologie o lesioni, allo stesso tempo i dati clinici ottenuti attraverso questo insieme di esami permette di ottenere indicazioni diagnostiche sugli eventuali accertamenti da eseguire. I risultati non sono specifici visto che si limitano a segnalare la presenza di un problema di tipo ematico che necessita un approfondimento diagnostico, i parametri che compongono il quadro epatico di solito sono valutati tutti insieme per capire meglio la natura del problema aprendo poi la strada ad ulteriori accertamenti per capire la causa di eventuali alterazioni dei valori relative agli enzimi ed alle proteine.

Pubblicità

Quali esami comprende

quadro epatico

quadro epatico

Sotto la dicitura quadro epatico di norma rientrano diversi esami che possono essere condotti simultaneamente a partire dallo stesso campione di sangue, di fatto si fa riferimento ai seguenti parametri epatici: aspartato aminotransferasi (AST), un enzima presente nel fegato ma anche nel cuore e negli altri muscoli; alanina aminotransferasi (ALT), un enzima che si trova principalmente nel fegato utilizzato per diagnosticare l’epatite; fosfatasi alcalina (ALP), un enzima prodotto dai dotti biliari, dalle ossa, dall’intestino e dalla placenta durante la gravidanza, in caso di valori alti si potrebbe sospettare un’ostruzione dei dotti biliari; bilirubina totale per il controllo della sostanza nel sangue, la frazione diretta utile nella misurazione la bilirubina coniugata presente nel fegato; albumina che rappresenta la principale proteina prodotta dal fegato, e per questo è un indicatore fondamentale della funzionalità del fegato e dei reni; proteine totali (TP) per monitorare le proteine nel sangue. In alcuni laboratori rientrano nel quadro epatico altri parametri tra cui: gammaglutamil transferasi (GGT), un enzima sito nelle cellule del fegato; lattato deidrogenasi (LDH) che è un enzima prodotto dalle cellule di tutto l’organismo sottoposte a lesioni; tempo di protrombina (PT) che indica la produzione da parte del fegato delle proteine coinvolte nel processo di coagulazione del sangue, per cui serve per misurare la velocità di coagulazione del sangue.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *