Quadro clinico della cachessia

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Quadro clinico della cachessia

Il soggetto che presenta uno stato di profondo deperimento e di debolezza che coinvolge tutte le funzioni dell’organismo è interessato dal quadro clinico della cachessia con cui si fa riferimento ad uno stato di profondo deperimento generale, caratterizzato da prostrazione, rallentamento delle capacità psichiche, perdita di appetito e riduzione delle masse adipose e muscolari. Questa sindrome da deperimento consiste quindi in una progressiva perdita di massa corporea nonostante il regolare apporto di calorie, in quanto si registra una perdita della massa corporea magra  che determina la perdita di peso e l’atrofia muscolare, delle condizioni aggravate da altre manifestazioni debilitati quali: stanchezza, debolezza, perdita di appetito. In genere la cachessia è un segno clinico da associare a diverse condizioni quali: profonda denutrizione accompagnata da altre manifestazioni quali edemi, ipocolesterolemia, ipotermia, ipotensione arteriosa (cachessia da fame); quella endocrina è causata da patologie che coinvolgono il sistema endocrino; la cachessia da infezioni è associata a malattie infettive come malaria, tubercolosi, AIDS; la forma da malattie autoimmuni oppure causata da tossicodipendenze; la cachessia da demenza o da anoressia mentale; la cachessia neoplastica tipica dei pazienti colpiti da tumori maligni in fase pre-terminale.

Pubblicità

Come viene trattata la patologia

quadro clinico della cachessia

quadro clinico della cachessia

Il soggetto colpito da cachessia deve essere trattato curando il suo regime alimentare che deve essere adeguatamente regolato in modo da fornire un apporto di tipo nutrizionale capace di soddisfare il fabbisogno energetico, proteico, glucidico, lipidico, vitaminico e idroelettrolitico; in base alle stesse condizioni di salute presentate si deve scegliere la modalità di alimentazione più opportuno che può avvenire per OS, per sonda naso-gastrica o naso-enterica, per via parenterale. Oltre a provvedere a soddisfare il fabbisogno nutrizionale quotidiano il trattamento del paziente consiste nella somministrazione di una specifica terapia farmacologica anche se attualmente la ricerca sull’uso di vari farmaci è ancora in corso con lo scopo di stabilire una cura efficace e sicura.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *