Olio d’oliva: caratteristiche, proprietà e benefici

Comment

Approfondimenti
Olio d’oliva
Pubblicità

Uno degli ingredienti più sani e completi presenti nella nostra cucina è l’olio d’oliva. Ottenuto dalla spremitura meccanica delle olive, è alla base della dieta mediterranea, quella che tutti i nutrizionisti elogiano da decenni per i suoi benefici effetti sulla salute.

Se conservato in condizioni ottimali, l’olio d’oliva resiste alle alterazioni e non si deteriora. Può essere cotto a temperature molto elevate senza sprigionare sostanze nocive, ma perdendo purtroppo parte delle sue proprietà benefiche. Per questo è sempre consigliato il consumo a crudo.

Componenti e proprietà dell’olio d’oliva

L’olio d’oliva è un grasso monoinsaturo composto prevalentemente da trigliceridi ed è considerato il miglior condimento, ha un profumo caratteristico e un colore che va dal giallo al verde.

L’olio d’oliva è composto da diversi elementi, come in questo articolo è ben descritto.

La Vitamina E è presente in grandi quantità ed è sia un potente antiossidante, capace di prevenire l’invecchiamento delle membrane cellulari, sia un leggero vasodilatatore che rinforza le pareti dei capillari.

L’acido oleico, presente in alte percentuali, pari addirittura al 75%, è in grado di regolare i livelli di colesterolo. Previene il rischio di ictus, trombosi e infarto, e rallenta i tumori intestinali. L’acido linoleico invece previene malattie come diabete e fibrosi cistica.

Contenuti in piccole quantità sono anche l’acido stearico e l’acido palmitico, oltre alla vitamina A, K e D.

Nell’olio d’oliva sono anche presenti carotenoidi, clorofille e squalene. I carotenoidi sono provitamine, indispensabili per la buona funzionalità della retina. Le clorofille, che conferiscono all’olio il tipico colore verde, sono dei pigmenti liposolubili facilmente ossidabili e hanno un’azione antiossidante. Lo squalene sembra essere particolarmente efficace per contrastare i tumori della pelle.

Pubblicità

Ricco di ferro e completamente privo di carboidrati e proteine, l’olio d’oliva protegge il corpo dai batteri e rinforza il sistema immunitario. Inoltre grazie alla presenza dell’oleocantale, la sostanza che gli conferisce un sapore deciso e forte, l’olio è ideale per combattere i dolori articolari causati da infiammazioni e artrosi.

Ciò che contraddistingue l’olio d’oliva dagli altri oli è la presenza dei polifenoli, cioè quelle sostanze di origine organica vegetale che si concentrano prevalentemente nella polpa delle olive. I polifenoli contrastano l’azione dei radicali liberi, poiché sono antiossidanti naturali, e hanno un effetto antinfiammatorio e antivirale. Se l’olio ha un sapore piccante e amaro vuol dire che in esso sono presenti i polifenoli. Più polifenoli saranno presenti più l’olio sarà un vero e proprio pozione di salute.

Olio d’oliva: il suo utilizzo in cucina

Preferito di gran lunga al burro e alla margarina, l’olio d’oliva è il più utilizzato in cucina, perché adatto a ogni tipo di cottura. Viene impiegato per friggere, soprattutto pesce e patatine, e per preparare minestre, sughi e brodi, e tutte quelle altre preparazioni che richiedono tempi di cottura molto lunghi. È perfetto per cuocere gli alimenti al forno, come per esempio verdure e arrosti, e per saltare le carni bianche. C’è chi lo utilizza anche nella preparazione di dolci e torte, per renderli più leggeri e digeribili.

È il condimento crudo più sano per condire bruschette, insalata, pinzimonio, pesce lesso, crostacei arrostiti, carpacci, formaggi stagionati e pasta in bianco.

Viene spesso utilizzato nello svezzamento dei bambini e, aggiunto di tanto in tanto nell’alimentazione dei cani, elimina la stitichezza e cura l’artrite e l’artrosi nei cani anziani.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *