Miopatie affezioni muscolari primitive

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Miopatie affezioni muscolari primitive

Il rialzo dei livelli sierici delle transaminasi può dipendere da diverse condizioni patologiche tra cui le miopatie, con cui si indicano diverse affezioni muscolari primitive da ascrivere ad un’alterazione strutturale e funzionale delle fibre muscolari. Questo genere di processo patologico è connesso a diverse condizioni quali: un alterato metabolismo cellulare; un focus flogistico con sede nel tessuto muscolare, una progressiva degenerazione geneticamente associata alle distrofie muscolari. Il paziente colpito da miopatia risente di un graduale dimagramento delle masse muscolari dei quattro arti, attraverso un procedimento  di tipo simmetrico con interessamento della muscolatura prossimale.  A causa di tale alterazione dei muscoli, si assiste ad una riduzione della forza muscolare, per cui anche delle semplici azioni risulteranno compromesse quali:  sollevare le braccia sopra la testa, alzarsi da sedere, camminare, salire le scale. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Determinazione delle transaminasi esami.

Pubblicità

Casi clinici e diagnosi

miopatie affezioni muscolari primitive

miopatie affezioni muscolari primitive

In ambito clinico si vengono a distinguere diverse condizioni patologiche con interessamento a livello muscolare e tra i casi più comunemente diagnosticati bisogna segnalare la miopatia da corpi inclusi a carico dei muscoli distali degli arti; il quadro clinico della distrofia o delle sindromi miotoniche si caratterizza invece per un ritardato processo di decontrarre i muscoli dopo una contrazione volontaria; talvolta si possono evidenziare alterazioni della muscolatura facciale con difficoltà nel protendere le labbra, nel chiudere le palpebre delineando il quadro sintomatologico della distrofia facio-scapolo-omerale, quando invece le palpebre tendono a rimanere socchiuse sorge la condizione di miopatia mitocondriale. Per formulare una corretta diagnosi delle diverse forme di miopatia bisogna sottoporsi ad un’accurata visita neurologica, ma sono utili anche alcuni esami ematici a partire dal dosaggio ematico degli enzimi muscolari, valutando poi i possibili indici infiammatori, si può anche ricorrere ad una biopsia muscolare per poter risalire all’eziologia della malattia. Maggiore notizie su Alanina transaminasi: le sue funzioni.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *