Malattie muscolari come si manifestano

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Malattie muscolari quadro clinico

Uno specifico quadro clinico connota i pazienti colpiti da malattie muscolari che possono dipendere non solo da alterazioni delle fibre muscolari ma anche da alcune malattie neurologiche oppure di carattere sistemico come alcune patologie reumatiche, diversi disturbi cardiovascolari, senza trascurare disfunzioni respiratorie oppure a livello endocrino. Per identificare le patologie muscolari assume un ruolo centrale la stessa anamnesi del paziente che evidenzia una sintomatologia muscolare tipica per cui il soggetto presenta alterazioni della deambulazione e della forza muscolare degli arti inferiori con distribuzione simmetrica; il soggetto lamenta anche instabilità e quindi è spesso vittima di cadute occasionali; un altro segno clinico caratteristico è rappresentato dalla rigidità articolare con dolori agli arti inferiori che si manifestano con maggiore frequenza di notte. Talvolta il soggetto può presentare una condizione di artropatia degenerativa che riduce la mobilità e causa delle significative alterazioni della colonna vertebrale. L’insorgenza di indebolimento del tono muscolare determina l’ipostenia muscolare, con alterazioni della via motoria discendente a cui si accompagnano lesioni dei nervi periferici e dei muscoli. I soggetti inoltre risentono di dolore e crampi muscolari, possono evidenziarsi anche alterazioni dei riflessi tendinei. Altre notizie su Miosite come si evidenzia.

Pubblicità

Indagini diagnostiche

malattie muscolari

malattie muscolari

Per diagnosticare le malattie muscolari si eseguono delle specifiche indagini a partire dagli esami ematochimici, in particolare si riscontra un aumento dei livelli sierici della creatinchinasi (CK) segnalando così la presenza di un danno muscolare. Possono essere inoltre eseguite delle indagini per immagini come le rx standard della colonna vertebrale, oppure un’ecografia, una TC, una RMN, possono essere prescritte anche delle tecniche di medicina nucleare come ad esempio la scintigrafia con tecnezio difosfonato o pirofosfato con cui identificare il danno delle fibre muscolari. Può poi essere necessario eseguire una biopsia muscolare quando si deve effettuare un’indagine differenziale con cui è possibile discriminare tra miopatie e neuropatie. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di Cellule epatiche e cellule dei muscoli danneggiate.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *