Tags:

Ligasi quale compito svolge

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Ligasi quale compito svolge

Un enzima come la ligasi ha il compito di catalizzare la formazione del legame tra due molecole creando una nuova molecola a cui si accompagna l’idrolisi di una molecola, nello specifico questa classe di enzimi favorisce la formazione di legami C-C, C-S, C-O e C-N fra molecole differenti tramite delle reazioni di condensazione accoppiate. Questa classe di enzimi contempla le polinucleotidi l. (DNA l. e RNA l.) la DNA l. nello specifico prende parte nella ricombinazione del DNA e nei processi di riparazione in presenza di danni causati da radicali liberi o da radiazioni ionizzanti. La DNA ligasi è un enzima appartenente alla categoria delle ligasi, capace di legare due frammenti di DNA dopo aver subito una rottura a doppio filamento, questa sostanza proteica è capace di riparare una rottura a singolo filamento, nello specifico questo enzima prende parte al processo di replicazione del DNA: la DNA ligasi agisce sul filamento che ha la direzione 3′->5′, sintetizzato a frammenti di Okazaki. L’enzima è in grado di congiungere due frammenti di DNA attraverso un legame covalente fosfodiesterico tra la terminazione 3′-OH di un nucleotide e la coda 5′-P dell’altro: di fatto la DNA ligasi stimola la formazione di legami covalenti fosfodiesterici tra nucleotidi di DNA adiacenti. Altre notizie si trovano su Enzimi bersaglio per contrastare patologie endocrine e tumorali.

Pubblicità

Impiego dell’enzima per la produzione DNA ricombinante

ligasi

ligasi

Si ricorre a questo enzima nel settore dell’ingegneria genetica agendo come colla, ed infatti la DNA ligasi è capace di saldare un tratto specifico di DNA, contenente il gene da studiare, in un plasmide batterico oppure in un altro vettore; la DNA ligasi è divenuta fondamentale per produzione DNA ricombinante, in questo modo è possibile unire plasmidi e geni liberi in soluzione, un processo che può attivarsi tramite il subclonaggio con cui si effettua l’inserimento di un gene all’interno di un plasmide che potrà essere clonato in un organismo ospite.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *