Ipertransaminasemie biopsia epatica: la sua importanza diagnostica

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Ipertransaminasemie biopsia epatica

A differenza degli esami bioumorali o strumentali in caso di ipertransaminasemie la biopsia epatica si conferma un metodo diagnostico particolarmente utile per precisare la diagnosi di steatoepatite e di altri problemi a livello epatico, inoltre permette di valutare con precisione l’entità del danno epatico. La biopsia epatica attualmente, avvalendosi anche dell’uso dell’ecografia, un alto livello di sicurezza a livello diagnostico, inoltre grazie alla tecnica eco-guidata permette di prevenire i casi di complicanze legati a steatosi ed a steatoepatite non alcolica. La biopsia epatica in pratica si esegue attraverso il prelievo di un piccolo campione tessuto epatico, su questo campione si esegue la valutazione istologica attraverso l’esame microscopico. Tale indagine diagnostica favorisce la formulazione della diagnosi di una condizione patologica a livello epatico, ma anche eventualmente per controllare i progressi della terapia prescritta al paziente. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Transamminazione e transaminasi.

Pubblicità

Quando si ricorre a tale esame diagnostico

ipertransaminasemie biopsia epatica

ipertransaminasemie biopsia epatica

Il medico raccomanda l’esecuzione di una biopsia epatica quando il soggetto presenta una serie di sintomi che delineano uno specifico quadro clinico da ascrivere ad una condizione patologica che coinvolge il fegato, per cui quando non è possibile identificare un problema al fegato si fa ricorso a tal approccio diagnostico per identificare la reale causa del disturbo. La biopsia del fegato si effettua a livello pratico essenzialmente attraverso diverse modalità di esecuzione, ovvero per via percutanea in tal caso ci si serve di un ago che attraversa la pelle e raggiunge l’organo, invece per via transvenousa l’esame viene eseguito per mezzo dei vasi sanguigni oppure direttamente durante un intervento chirurgico a livello addominale. In seguito al prelievo del campione e grazie all’indagine al microscopio è possibile anche impostare il trattamento più adatto per risolvere le possibili forme di ipertransaminasemia. Maggiori notizie si trovano su Determinazione delle transaminasi esami.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *