Esami del sangue alt per individuare danni epatici

Comment

Transaminasi alt
Pubblicità

Esami del sangue alt

Per lo screening ma anche per la diagnosi di diverse malattie del fegato si eseguono alcuni esami del sangue  come l’alt, ossia l’alanina aminotransferasi prescritta in combinazione con l’ast ossia l’aspartatoaminotransferasi, si tratta di due importanti  test che permettono di individuare danni epatici. I valori delle due transaminasi permettono infatti di differenziare i diversi agenti eziologici che determinano il danno epatico, nello specifico i valori di alt sono associati a quelli di altri parametri che permettono di determinare la funzionalità epatica come ad esempio la misurazione della fosfatasi alcalina e della bilirubinemia; anche i livelli dell’alt si associano ad altri criteri diagnostici con cui è possibile controllare e diagnosticare diversi malattie epatiche, ma anche per valutare se il trattamento prescritto risulta efficace oppure no, a volte poi nelle analisi del sangue si possono associare i rilevamenti dei valori di questo gruppo di transaminasi con altri test. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Transaminasi gpt e got alte: che problema c’è?

Pubblicità

Quando eseguire gli esami

esami del sangue alt

esami del sangue alt

In genere il medico indirizza il paziente verso il test delle transaminasi alt quando riscontra un quadro clinico caratteristico che include: gonfiore addominale collegato a dolore; malessere generale; astenia; nausea; vomito; perdita di appetito; prurito; ittero; urine scure; feci chiare. Quando il complesso sintomatologico del soggetto risulta abbastanza severo il medico prescrive di associare al test delle alt altri esami per rilevare il rischio di malattia epatica. Questa serie di esami è utile inoltre per monitorare il trattamento farmacologico somministrato a quei soggetti che soffrono da tempo di alcune malattie o disfunzioni di tipo epatico, in questo modo si possono prescrivere a cadenza regolare degli esami nel corso della terapia per verificare l’efficacia o meno della stessa strada terapeutica impostata dal medico. Maggiori informazioni si trovano su Ipertransaminasemia come risalire alle possibili eziologie.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *