Enzimi aspecifici di citolisi LDH

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Enzimi aspecifici di citolisi LDH: caratteristiche

Tra gli enzimi citoplasmatici aspecifici di citolisi vi è la lattato deidrogenasi, LDH detto anche lattico deidrogenasi, presente nella distribuzione nei tessuti, dove favorisce l’interconversione del lattato a piruvato. Quando si rilevano livelli alti di LDH il soggetto può essere colpito da alcune condizione patologiche quali malattie epatiche acute e croniche, oppure può evidenziare un danno muscolare scheletrico, valori anomali sono anche la spia di eventuali disturbi severi quali: stroke, infarto renale, cardiopatia ischemiaca, emolisi. Trattandosi di parametri non specifici solo in pochi casi il dosaggio delle LDH fornisce ulteriori informazioni che vanno a sommarsi ai valori delle transaminasi. Il controllo dei livelli sierici di LDH possono essere utili dal punto di vista diagnostico in particolare quando si registra un incremento eccessivo della lattato deidrogenasi, una condizione tipica dei soggetti affetti da epatite ischemica. Inoltre è possibile identificare un’infiltrazione maligna del parenchima epatico quando si vengono a manifestare con una certa costanza dei valori elevati di tale enzima in associazione ad un aumento dei livelli di fosfatasi alcalina. Maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Analisi del sangue per valutare la funzionalità epatica.

Pubblicità

 I diversi isoenzimi

Enzimi aspecifici di citolisi LDH

Enzimi aspecifici di citolisi LDH

Si vengono a distinguere cinque diversi isoenzimi, nello specifico la loro distinzione è connessa con la stessa distribuzione nei vari tessuti del corpo; nello specifico si l’isoenzima LDH1 è presente soprattutto nel cuore, nei globuli rossi, nel rene e nelle cellule germinali; invece la LDH2 è in prevalenza distribuito nel miocardio e nei globuli rossi, nei globuli bianchi e nei reni; la concentrazione di LDH3 è elevata nei polmoni ed in altri tessuti; invece LDH4 si concentra in eccedenza nei linfonodi, nei globuli bianchi nel muscolo scheletrico, nel fegato; anche LDH5 si trova principalmente nel fegato e nel muscolo scheletrico. Attraverso il riscontro dei valori del dosaggio della lattato deidrogenasi è possibile quindi valutare la sede di un eventuale danno tissutale. Altre notizie su Esami del sangue alt per individuare danni epatici.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *