Come depurare il fegato grasso e come curarlo

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Consigli su come depurare il fegato grasso e come curarlo

Depurare e curare  in caso di fegato grasso non sono sinonimi, per questo motivo in questo articolo sarà ben spiegato come depurare il fegato grasso e come curarlo. Prima di tutto è necessario chiarire il concetto di fegato grasso, così da avere molto più chiare le tecniche di depurazione e cura. Il fegato grasso o anche chiamato steatosi epatica, è un eccessivo accumulo di grassi nel fegato, che può dipendere sia da una scorretta alimentazione che da qualche malattia di natura metabolica. Per maggiori informazioni sulla natura del fegato grasso è consigliata la consultazione del seguente articolo Fegato grasso sintomi e cause comuni.

Pubblicità

Depurazione e cura

Depurare il fegato grasso e come curarlo senza farmaci

Depurare il fegato grasso e come curarlo senza farmaci

Come citato nel precedente paragrafo in questo paragrafo saranno vagliati i due metodi più comunemente legati al fegato grasso, ossia la depurazione e la cura dello stesso. Mentre per la prima c’è una prassi largamente accettata (si veda anche Dieta per fegato grasso: alimenti si e alimenti no), la seconda è da definire a seconda delle cause che hanno comportato la comparsa del fegato grasso. Per questo motivo, in questo paragrafo si parlerà espressamente della depurazione e delle centrifughe naturali che aiutano nell’intento, mentre per la cura si rimanda ad un consulto medico. Depurare è un’operazione atta a liberare il fegato non solo dal grasso ma anche dalle tossine, e a tale scopo si basa principalmente su centrifughe e tanta acqua. Perchè la prima cosa da fare per espellere tossine dal corpo è bere tanta acqua, almeno 2 litri al giorno. A questa buona pratica,va accosta quella della preparazione e assunzione di qualche concentrato di verdure, come quello di carota ,  sedano e mela con un po ‘di zenzero.  Tutte le verdure (barbabietole , spinaci, cavolo, sedano , cetriolo) sono buone perchè hanno un alto contenuto di sali minerali, però il ravanello è il più grande stimolatore del fegato, ed è per questo motivo che è consigliato,nonostante il suo pungente sapore, di inserirlo in qualsiasi concentrato.

In conclusione c’è da dire che con il fegato grasso non si scherza, soprattutto per le complicazioni che può avere, e che quindi la sua cura deve essere prescritta dal medico. Ne consegue che le informazioni riportate in questo articolo non possono essere utilizzate a fini terapeutici.

 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *