Alterazioni a livello epatico esami

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Alterazioni a livello epatico esami

Quando un soggetto presenta una serie di sintomi che rivelano la presenza di alterazioni a livello epatico può essere sottoposto a degli specifici esami che hanno lo scopo di identificare l’eziologia dei problemi a livello epatico. In ambito clinico il medico può prescrivere al paziente di effettuare dapprima le analisi del sangue con cui è possibile valutare i livelli delle transaminasi, la concentrazione della bilirubina totale, un altro indice da non sottovalutare è l’alfa-fetoproteina, si tratta infatti di un marcatore tumorale che potrebbe rilevare lo sviluppo di formazioni tumorali nel paziente. Tra gli altri esami utili per formulare una corretta diagnosi relativa a problematiche a livello epatico vengono poi indicati anche degli esami strumentali, come ad esempio quelli di tipo radiologico tra cui la TAC, l’ecografia, la risonanza magnetica, l’angiografia epatica. Nei casi di dubbio diagnostico oppure per approfondire la diagnosi può essere richiesta una biopsia, attraverso questo esame istologico si esegue un piccolo prelievo, dopo aver acquisito questo campione di tessuto epatico in laparoscopia si analizza accuratamente al microscopio. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura di Tumore al fegato funzionalità epatica come viene valutata.

Pubblicità

Trattamento in caso di tumore

alterazioni a livello epatico esami

alterazioni a livello epatico esami

Se i risultati diagnostici identificano la presenza di un tumore al fegato è importante effettuare prontamente la stadiazione, ossia valutare il grado di malignità e l’espansione del tumore, per poter così avviare per tempo la giusta terapia che contrasti la progressione della neoplasia e favorisca la guarigione. Nel caso in cui il tumore è localizzato è possibile eseguire un intervento chirurgico di rimozione dei tessuti tumorali: attraverso l’esecuzione dell’epatectomia si asporta della parte di fegato che contiene il tumore. Se il quadro clinico del paziente risulta alquanto grave il chirurgo può decidere di eseguire l’asportazione completa del fegato, in questo caso è necessario un trapianto di organo. Se invece la massa tumorale è localizzata ma compromessa dalla presenza di patologie severe è necessario intervenire attraverso delle specifiche terapie tra cui: la radioembolizzazione, la termo ablazione, l’infusione di chemioterapicidirettamente nell’arteria epatica, la chemioembolizzazione, la crio-chirurgia. Altre notizie su Ipertransaminasemie biopsia epatica: la sua importanza diagnostica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *